Sparatoria a Seattle ad un party di liceali, 3 morti e due feriti

Ancora una sparatoria negli Stati Uniti d’America. Questa volta gli spari si sono sentiti a Mukilteo, a nord della città di Seattle. Una persona sospetta è stata arrestata per ora dalla polizia. Non si conoscono ancora bene le circostanze dell’ennesima sparatoria: qualche informazione è stata data dalla città per mezzo del suo profilo Twitter, che ha rivelato che nella chiesa del luogo è stato allestito un centro provvisorio per l’accoglienza dei parenti delle vittime.

seattleNessun dettaglio circa la sparatoria è stato rivelato. Si sa solamente, dalla fonte Russia Today, che la sparatoria sarebbe avvenuta nel corso di un party di studenti, forse liceali. Il bilancio è pesante: tre morti e due persone ferite in maniera grave. Parenti ed amici delle vittime si sono recati, sconvolti, nel luogo della sparatoria. La polizia ha ricevuto una richiesta d’intervento nel corso di un party fra giovanissimi: la festa si sarebbe tenuta fra una ventina di ragazzi del liceo. Numerose le chiamate di richiesta di aiuto alla polizia.

Una volta intervenuti, i poliziotti hanno solo potuto constatare che tre persone erano morte. Uno dei feriti è stato portato all’Harborview Medical Center.  La polizia, intervenuta con i vigili del fuoco e le unità cinofile, ha arrestato una persona, presumibilmente l’assassino, ma non sono state fornite le sue generalità. Non sono stati rivelati neppure i nomi delle vittime della strage.

Mariagraza Roversi