Donna uccisa a Misterbianco, l’ex della figlia si costituisce e confessa

E’ stato lui il responsabile del terribile omicidio di Misterbianco, Catania, Sicilia. Lui, l’ex fidanzato della figlia della vittima, ha ucciso la donna, Marina Zuccarello di 55 anni. La donna è stata trovata morta ieri, uccisa da un fendente alla gola, nella sua casa siciliana; a trovarla il marito, che era uscito a comprare le sigarette. Agostino Siciliano, tarantino di 28 anni, è l’omicida della donna: si è costituito oggi nella stazione dei carabinieri dove è trattenuto con l’accusa di omicidio volontario.

misterbiancoIl movente dell’omicidio è quello di una relazione con la figlia 26enne della donna, relazione che la vittima aveva ostacolato con tutta sé stessa. La ragazza e Siciliano si erano conosciuti su internet, e avevano rotto e riallacciato più volte; la madre della ragazza, però, non aveva mai visto di buon occhio la loro relazione.
Ai carabinieri il 28enne ha detto di aver avuto una forte discussione con la donna, e quindi di averla aggredita con un coltello da cucina, causandone la morte.

Una volta uscito di casa, ha incontrato degli amici, ai quali avrebbe detto “Ho fatto una sciocchezza, una grossa sciocchezza”. Questo ha permesso di indiziarlo fin dal principio. La vittima, sposata e con due figlie di 26 e 27 anni, conduceva una vita tranquilla col marito e le due figlie nella sua casa di Misterbianco. Fino alla follia omicida di un 28enne che ha stroncato la loro normalità.

Mariagrazia Roversi