Brasile: Adriano è tornato a casa, ma adesso vive in una delle favelas più pericolose di Rio

Adriano-charges Se si deve scegliere un aggettivo per descrivere la vita e la carriera di Adriano Leite Ribeiro propenderei per “esagerata“. Gli inizi di carriera hanno sorpreso tutti, quel ragazzone dal fisico imponente ed in possesso di una potenza di tiro fuori dal comune è riuscito a sovvertire i tiepidi giudizi nei suoi confronti mettendo in campo, oltre alla straordinaria forza fisica, tecnica, velocità ed agilità e diventando in breve uno degli attaccanti più forti al mondo ed uno dei candidati al pallone d’oro. Poi l’inatteso blackout, l’imperatore (così lo chiamavano ai tempi dell’Inter) non sapeva più giocare, era l’ombra di se stesso. Anni dopo si è scoperto che la vita notturna e l’alcol ne avevano depredato il talento donandogli in cambio effimera e momentanea felicità.

Il resto è storia recente, gli eccessi nelle discoteche di Rio de Janeiro (con alcol e cocaina),  le frequentazioni pericolose con alcune delle più malfamate gang delle favelas (le stesse che ne avevano accompagnato la crescita), il mesto ritorno in Italia con la Roma ed il fallimento preannunciato nella Major League Soccer con la squadra di Miami. Dopo l’ultimo fallimento, qual è la vita di Adriano? Stando alle notizie riportate dai quotidiani brasiliani l’imperatore è caduto in disgrazia e adesso vive in una delle favelas più pericolose di tutta Rio, mentre sul profilo social l’ex fuoriclasse brasiliano condivide foto che fanno supporre uno stile di vita lussuoso. Quale sia la verità sulle sue attuali condizioni non è dato saperlo, in molti sostengono che Adriano viva nelle favelas solo per stare più vicino a quelli che sono i suoi amici di sempre.