GMG, ragazza italiana muore di meningite a soli 19 anni

susannarufiAveva partecipato con entusiasmo alla Giornata Mondiale della Gioventù svoltasi a Cracovia. Un evento per cui Susanna Rufi si era preparata da più di un anno. Nessuno si sarebbe aspettato che da quest’avventura le 19enne non sarebbe più tornata.

Susanna Rufi, appartenente alla parrocchia romana di San Policarpo, è stata stroncata da una forma di meningite al ritorno dalla Polonia. La 19enne è morta all’alba in ospedale a Vienna: si era sentita male la sera di domenica, appena arrivata in pullman da Cracovia nell’ostello della capitale austriaca che – come all’andata – ospitava 50 ragazzi delle parrocchie di San Policarpo e Santa Maria del Buon Consiglio, fra Appio e Tuscolano.

Oltre a Susanna, anche un’altra ragazza si è sentita male (ha accusato febbre e mal di testa, ndr) ed è stata ricoverata per accertamenti. Fortunatamente non sembra essere stata contagiata, ma la febbre potrebbe essere la conseguenza dello stress e della stanchezza per il viaggio e per tutto quello che è successo.

Intanto, la CEI ha deciso di spargere l’avviso diramato dalle autorità austriache, in modo tale da avvertire tutte le persone che hanno frequentato i luoghi dove si trovava la diciannovenne per scongiurare il rischio di contagio.

Lo stesso ospedale austriaco dove è morta Susanna ha invitato tutti coloro che hanno visitato Casa Italia a Cracovia a sottoporsi a profilassi, soprattutto in caso di insorgenza dei classici sintomi della meningite.