Incidenti stradali in Abruzzo e Veneto, due morti

massimomacriniNon si ferma l’ondata di morte che sta imperversando sulle strade italiane. Ancora una volta è l’Abruzzo a dover piangere la perdita di un’ennesima giovane vita: dopo lo schianto ad Arischia, frazione dell’Aquila, dove è rimasto ucciso un centauro di Chieti Scalo, Fabio D’Ettorre, un altro motociclista abruzzese è rimasto vittima di un incidente stradale nella giornata di ieri ad Ortona, in Via Civiltà del Lavoro.

Massimo Macrini, 25 anni, procedeva da Caldari verso Ortona, in sella alla sua moto Yamaha, quando si è verificato il violento scontro contro un Tir che proveniva dalla corsia opposta.

Il mezzo pesante, guidato da un 66enne anche lui residente ad Ortona, ha travolto la moto di Macrini. I soccorsi del 118 sono stati immediati, ma per il giovane ortonese non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco. I carabinieri della compagnia di Ortona sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente. La salma è stata già riconsegnata alla famiglia per i funerali.

Un altro incidente è accaduto a Venezia, ed è costato caro ad un uomo che ha perso la vita dopo essersi schiantato contro una betoniera sulla statale triestina per cause ancora da chiarire. “La betoniera stava proseguendo in direzione Portegrandi – dichiara un testimone – mentre il furgone transitava nella direzione di marcia opposta”.