Tratta di esseri umani: tra sfruttamento sessuale e lavoro forzato esistono ancora gli schiavi?

tratta-esseri-umaniLa tratta degli esseri umani è un male che affligge il mondo intero ed il nostro paese non fa eccezione, questo è quello che è emerso dal rapporto sulla tratta degli esseri umani presentata dal segretario di stato americano John Kerry (Trafficking in Person Report) al dipartimento di stato statunitense riportato nell’interessantissimo articolo di Emanuela Bambara scritto per il quotidiano online ‘Interris‘.

La finalità del rapporto è quella di comprendere il funzionamento di questo mercato nero e trovare delle soluzioni per interromperlo una volta per tutte. Le ricerche effettuate per stilare il rapporto si sono basate sulla collaborazione delle associazioni umanitarie volontarie e non collegate allo stato, grazie ai dati forniti da queste è stato possibile fare una stima approssimativa sul numero di immigrati arrivati sulle nostre coste illegalmente e costretti a lavori in nero, accattonaggio e sfruttamento sessuale. Le statistiche approssimative riguardanti il 2015 parlano di 150 mila immigrati provenienti sopratutto dal Medio Oriente e dalla Africa (tra questi oltre 18 mila bambini senza genitori), chiaramente le strutture non idonee ad ospitare questo ingente numero di bisognosi ha creato le condizioni ideali perché questi siano divenuti vulnerabili ad abusi e criminalità.

Il dato più inquietante che emerge dal report è che la maggior parte dei bambini e delle donne che vengono attratti in Italia per essere sfruttati, sono stati portati nel nostro paese da commercianti italiani. Il traffico sessuale che parte dall’Italia si dirige nelle parti più povere del mondo iniziando dal Brasile per finire in Thailandia: ogni anno migliaia di bambini e bambine soffrono violenze sessuali che gli condizioneranno la vita con traumi inestirpabili e che in alcuni casi li condurrà ad una morte prematura.

Il nostro sistema quindi è totalmente inefficiente? Al contrario, nel report viene premesso che la polizia italiana e la magistratura italiane sono tra le più efficienti al mondo nella lotta al traffico degli esseri umani, il problema degli ultimi due anni (il biennio appena trascorso ha visto un aumento sensibile dei numeri del traffico umano) è stato il taglio dei finanziamenti per la repressione e la prevenzione. Quali sono allora le misure suggerite nel report? Un migliore sistema di identificazione degli immigrati, delle strutture adatte alla cura dei minori vittime di violenza sessuale ed un sistema burocratico più efficiente che consenta a tutti i richiedenti asilo di lavorare fino all’accettazione della domanda. a queste misure andrebbe, inoltre, aggiunta una figura che funga da coordinatore tra le associazioni governative e quelle volontarie.