Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Aleppo, corrispondente di al-Jazeera scoppia in lacrime: “I bambini muoiono di fame”

CONDIVIDI

Un giornalista della tv satellitare al-Jazeera, Milad Fadel, è diventato in questi giorni il simbolo del dramma e della sofferenza che vive ormai da più di 5 anni il popolo siriano. Mentre ad Aleppo infuria la battaglia fra le forze del regime di Bashar al-Assad e le milizie ribelli, il giovane reporter è scoppiato a piangere in diretta televisiva mentre tentava di descrivere quello che aveva visto entrando in città.

Un pianto doloroso e umano, incontenibile, che ha commosso il mondo ed è rimbalzato immediatamente sui social network. Fadel raccontava della situazione umanitaria disastrosa: “Mentre proseguono i bombardamenti del regime e russi sulle zone orientali della città sotto assedio- spiegava-, diciamo e ripetiamo che bisogna riportare quello che accade in Siria in modo oggettivo e imparziale, ma di fronte a questo disastro umanitario non possiamo far altro che sostenere questi piccoli, questi bambini sotto assedio, che non hanno più nulla da mangiare”.

“Siamo stati imparziali per cinque anni- prosegue-, ma adesso siamo al fianco dei bambini che non hanno il latte e di quelle 300mila persone intrappolate a causa dell’assedio. Non si può stare che dalla parte di queste 300mila persone che cercano semplici medicine e che tentano di ottenere corridoi umanitari.” Poi, alla fine, il pianto dolorosissimo: “Non possiamo che sperare di non dover vedere quello che abbiamo visto a Madaya e nella Ghouta, bambini affamati che muoiono di fame.” Il collegamento con lo studio si interrompe qui. Ad Aleppo, in Siria, cala il silenzio ancora una volta.

A seguire il video in questione:


Giuseppe Caretta

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram