Inno di Mameli, una proposta di legge vuole renderlo finalmente ufficiale

mameliUna proposta di legge per rendere finalmente ufficiale l’Inno di Mameli. Può sembrare incredibile ai più, ma il famoso testo del celebre Goffredo Mameli non è ancora l’inno ufficiale d’Italia. “Fratelli d’Italia”, infatti, è ritenuto ancora un inno provvisorio, perchè mancante di un’apposita definizione istituzionale.

Fu il governo De Gasperi, nel 1946, ad adottarlo come inno nazionale con un provvedimento d’urgenza in sostituzione della Marcia reale dei Savoia: tuttavia, “Fratelli d’Italia” non fu ma inserito in una disposizione, e pertanto rimase “inno provvisorio”. Tante le iniziative parlamentari nei decenni successivi per rendere il testo di Mameli inno nazionale ufficiale, senza però mai giungere a una modifica costituzionale oppure alla promulgazione di una legge specifica che riuscisse a dare a “Fratelli d’Italia” lo status di inno “de iure” della Repubblica Italiana.

Una lacuna a cui si sta pensando di porre finalmente un termine: “E’ arrivato il momento di farlo – sottolinea su Rainews uno dei firmatari, il deputato Umberto D’Ottavio (Partito Democratico) – Già nelle passate legislature ci sono state proposte di legge analoghe ma non si è mai arrivati a conclusione dell’iter. Questa volta potremmo farcela perché sono ormai superati i conflitti ideologici su quale sia il migliore inno. Nel 2012 il parlamento ha già approvato una legge che prevede l’insegnamento dell’inno di Mameli nelle scuole si tratta di dare continuità a quell’impulso. Magari entro ottobre – prosegue D’Ottavio – si potrebbe incardinare la proposta di legge in commissione”.