Addio a David Huddleston, “Il grande Lebowski” dei fratelli Coen

huddlestonNella sua lunga carriera ha lavorato in più di 140 film tra cinema e televisione, ma il grande pubblico lo ricorda principalmente per un film memorabile dei fratelli Coen, “Il grande Lebowski”. Si è spento a Santa Fè, all’età di 85 anni, il noto caratterista americano David Huddleston, a causa delle complicazioni di una malattia renale e cardiaca.

Nato a Vinton (Virginia) il 17 settembre 1930, cominciò la carriera in teatro, ma ben presto passò agli show televisivi. Salì agli onori delle cronache negli anni ’80 per il ruolo del nonno in “Blue Jeans”.

Dei suoi ruoli più cinematografici si ricordano in particolare quello di Babbo Natale nella commedia La storia di Santa Claus e del capitano McBride accanto a Bud Spencer e Terence Hill ne I due superpiedi quasi piatti. Era anche nel cast di Mezzogiorno e mezzo di fuoco di Mel Brooks e della serie tv West Wing di Aaron Sorkin.

Come raccontato da sua moglie, il suo ruolo più amato fu quello di Benjamin Franklin nella commedia di Broadway “1776”: lo considerava il più importante della sua carriera.

Ma, come detto, Huddleston divenne famosissimo per l’interpretazione di Jeffrey Lebowski nel film dei fratelli Coen, dove era il magnate sulla sedia a rotelle omonimo del Drugo, interpretato da Jeff Bridges. A causa di questa omonimia viene rapito e picchiato il barbuto fannullone in calzoncini corti che a quel punto si mette in testa di farci risarcire dal miliardario innescando una serie di nuove disavventure. Il film divenne un vero e proprio cult, e nel 2014 è stato scelto per la preservazione del National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.