Charleroi, uomo colpisce due poliziotte al grido di “Allahu Akbar”

Attentato a CharleroiAncora terrorismo, ancora in Belgio: stavolta il teatro di questo atto terroristico non è stato però Bruxelles, ma bensì Charleroi (cittadina di 200 mila abitanti): un uomo ha aggredito due poliziotte, attaccandole con un machete al grido (ormai divenuto tristemente famoso) di “Allahu Akbar” (“Allah è grande”). Una delle due poliziotte ha riportato profonde ferite al volto ed è stata trasportata in ospedale assieme alla collega e assieme all’assalitore che – secondo il media RTL – sarebbe stato ferito gravemente da un terzo agente, che avrebbe prontamente sparato all’aggressore (evitando ulteriore spargimento di sangue).

L’attacco è avvenuto in un’area centralissima di Charleroi, vicino a boulevard Pierre Mayence: tutta l’area adesso sarebbe bloccata, per evitare che a questa aggressione seguano altri atti terroristici.

Intanto, è arrivata prontamente la reazione dell’intellighenzia belga. Attraverso twitter Jan Janbon, ministro dell’Interno, ha espresso la propria solidarietà: “E’ un atto ignobile a Charleroi. La mia vicinanza alle due poliziotte e alle loro famiglie”.