Palermo, un uomo perde la vita per salvare la moglie da un incendio

incendio-1-620x485Questa mattina un incendio divampato in una cartoleria di Corso dei Mille (Palermo) ha causato la morte di un uomo. Michelangelo Abate (77 anni) si trovava all’interno della sua cartoleria in compagnia del figlio, quando, ad un tratto le fiamme hanno avvolto l’interno del negozio e sono salite fino al primo piano del palazzo (dove si trovava la sua abitazione) alimentate rapidamente dagli oggetti infiammabili presenti nell’esercizio.

I due uomini, preoccupati per l’incolumità della moglie e madre, sono usciti di fretta dalla cartoleria e sono andati subito nell’abitazione per trarre in salvo la donna. Quando sono entrati in casa le fiamme avevano già circondato la casa, ma con un atto di coraggio sono entrati dentro ed hanno soccorso la donna, proprio quando stavano per uscire dall’appartamento, una lingua di fuoco ha separato il padre dalla moglie e dal figlio, questi ultimi se pur lievemente ustionati sono riusciti ad uscire dall’appartamento e dal palazzo mentre per l’anziano padre di famiglia non c’è stato nulla da fare.

Sul luogo dell’incendio sono successivamente arrivati i pompieri a spegnere le fiamme, ma il loro arrivo è stato troppo tardivo per salvare il signor Abate, morto per trarre in salvo la compagnia di una vita. In questo momento la polizia sta indagando sulla causa dell’incendio, anche se da una prima analisi è stata scartata l’ipotesi di un incendio doloso, le cause sarebbero infatti accidentali probabilmente si è trattato di un cortocircuito elettrico.