Messico, l’uragano Earl devasta il Messico. Il numero delle vittime è destinato a salire

L'uragano Earl si abbatte sull'America CentraleL’uragano Earl dopo aver colpito le coste dell’Honduras e del Belize si è abbattuto con con grande violenza sul Messico causando la morte di trentanove persone (numero ancora provvisorio) . I danni causati dall’uragano sono ingenti ed hanno colpito sopratutto la regione del Puebla e quella di Veracruz. Nel Puebla le vittime note sono già ventinove mentre le famiglie sfollate sono addirittura più di cinquecento (da un comunicato ufficiale si apprende che in un giorno è caduto il quantitativo di pioggia di un intero mese). Gravi danni sono stati riscontrati anche nella regione di Veracruz: nel capoluogo Huaucinango, la città maggiormente colpita dalla furia dell’uragano, una frana improvvisa si è abbattuta su un gruppo di abitazioni causando la morte di undici persone tra cui sette bambini.

Il governatore dello stato, Rafael Moreno Valle, si è recato nella città di Huaucinango per stare vicino alle famiglie colpite dalla tragedia ed avere un quadro più chiaro sulla situazione generale e sul numero delle vittime. Questa mattina il governatore, intervistato dai quotidiani locali, ha comunicato che il numero delle vittime è destinato a salire, le autorità, infatti, lo hanno informato che ci sarebbero ancora diciotto dispersi. Una situazione drammatica a cui si potrebbe aggiungere l’arrivo di un ulteriore uragano che in queste ore si sta formando nel Pacifico (l’uragano Javier) e che potrebbe abbattersi sulla costa messicana nei prossimi giorni.