Messico, almeno 45 morti per la tempesta Earl

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:21

Disastro Messico: tempesta tropicale EarlSono almeno 45 le persone rimaste uccise negli stati di Puebla e Veracruz, nella regione centro-orientale del Paese, a causa della tempesta tropicale Earl che ha funestato il Messico. Il bilancio delle vittime, dopo un primo conteggio, si è ulteriormente aggravato, e stando a quanto dichiarato dal coordinatore nazionale della protezione civile del ministero degli Interni, Luis Felipe Puente, il numero dei morti potrebbe salire ancora a causa delle forti piogge nelle aree collinari di Oaxaca, Guerrero, Veracruz e Puebla.

Oltre alle persone decedute per la tempesta si registrano anche diverse centinaia di sfollati. Per le autorità locali è il peggior disastro causato dal maltempo negli ultimi tre anni. Nonostante un grosso schieramento di uomini (circa 600) al lavoro per cercare eventuali sopravvissuti in mezzo alla devastazione, le operazioni di soccorso si stanno rivelando particolarmente complicate a causa della condizione di isolamento in cui si trovano le aree colpite. “Le zone abitate sono difficilmente raggiungibili dai soccorritori – spiega Puente – sono piccole strade sterrate, interrotte da numerose frane. I fiumi sono quasi al 100 per cento della loro capacità e si verificano continui allagamenti”.

A preoccupare ulteriormente le autorità locali l’annunciato sopraggiungimento di una nuova tempesta, denominata Javier, che si prepara a raggiungere oggi la Baja California Sur.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!