Lanusei, fermato il presunto killer dei Caddori: è un pensionato 82enne

arzanaE’ stato arrestato la scorsa notte il presunto killer di due fratelli, Andrea e Roberto Caddori, assassinati a Lanusei, centro principale dell’Ogliastra, in Sardegna.

Per l’uomo la fuga è durata nemmeno 24 ore: la polizia dell’ospedale di Lanusei – dove si è recato l’uomo per un malore – è riuscita a riconoscerlo e ad arrestarlo con l’accusa di duplice omicidio nei confronti dei due fratelli, che avevano rispettivamente 43 e 46 anni.

Il presunto killer si chiama Peppuccio Doa, ed è un pensionato di 82 anni. L’uomo si è presentato al pronto soccorso di Lanusei perché si sentiva male e il posto di polizia dell’ospedale ha subito provveduto all’arresto.

L’accusa, per Peppuccio Doa, è di duplice omicidio: l’uomo avrebbe assassinato i due fratelli a colpi di fucilate, dopo che gli stessi erano intervenuti per tentare di sedare un violento litigio a casa dell’anziana sorella dell’omicida.

Dopo aver ucciso Andrea e Roberto Caddori con il proprio fucile, Peppuccio Doa aveva tentato la fuga nei boschi impervi che circondano l’abitato di Lanusei, nell’Ogliastra. Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Nuova Sardegna”, l’82enne, dopo la fuga nei boschi, si sarebbe fatto accompagnare da qualcuno all’ospedale, dove si trova tutt’ora, piantonato dagli agenti di polizia in attesa delle consuete verifiche mediche.