India: scoperto traffico d’organi a Mumbai, arrestati cinque medici

Traffico-di-organiLa polizia indiana ha scoperto un altro giro di traffico d’organi favorito da una struttura ospedaliera. Un mese fa  le forze dell’ordine avevano fatto irruzione all’ospedale  Indraprastha Apollo di New Delhi dopo aver scovato un commercio illegale d’organi legato favorito da alcuni membri dello staff ospedaliero. La scoperta del traffico d’organi ha convinto le autorità indiane ad allargare l’indagine a tutto il paese, questo ha consentito di portare a galla un giro di denaro molto più ampio ed articolato e che coinvolge anche la capitale commerciale del paese, Mumbai.

Proprio ieri, infatti, le autorità di Mumbay hanno fatto irruzione in un famoso ospedale privato per arrestare, tra gli altri, il direttore sanitario ed il direttore esecutivo della struttura (Sono cinque gli arrestati). Dalle indagini è emerso che i medici trovavano donatori d’organi dietro pagamento di quattro mila o cinque mila euro, prima però per aggirare le leggi sulle donazioni facevano presentare falsi documenti matrimoniali ai soggetti coinvolti. L’arresto è stato reso possibile grazie ad una segnalazione anonima che ha condotto la polizia nella clinica proprio mentre si stava effettuando un trapianto d’organi da una donna ad un uomo che avevano presentato falsi documenti matrimoniali. Secondo la legge indiana questo ha portato all’arresto del direttore esecutivo Sujit Chaterjee e del dottor Anurag Naik oltre a tre membri dello staff ed i due soggetti protagonisti del trapianto illegale.