Il Ministero dei Beni Culturali annuncia la lista delle 21 candidate al titolo di Capitale della Cultura Italiana per il 2018

mantova4-1000x600La settimana scorsa il Ministero dei Beni Culturali ha consegnato la prima lista delle città italiane candidate al ruolo di capitale culturale del bel paese per il 2018. Dopo l’elezione di Mantova per quest’anno e di Pistoia per l’anno prossimo è arrivato il momento di eleggere la città che rappresenterà la cultura italiana anche tra due anni.

Il processo di valutazione sarà lungo sei mesi, nel corso dei quali i giudici ridurranno le candidate a sole 10 entro il mese di Novembre per poi eleggere la vincitrice il 21 gennaio 2017. Ma quali sono i criteri di giudizio applicati dai giudici per prendere una decisione così importante? Le città devono aver sviluppato un passo in avanti nell’integrazione sociale, un rafforzamento dell’offerta culturale e dell’attrazione turistica, aver dimostrato un sviluppo della partecipazione pubblica con l’implementazione dell’evoluzione tecnologica ed infine deve dimostrare di aver aumentato gli investimenti nel settore turistico e culturale.

Questi criteri generali sono gli stessi che servono ad eleggere la Capitale Europea della Cultura, secondo le indicazioni delle unione europea (Criteri ampiamente soddisfatti da Matera che sarà Capitale Europea della Cultura fino al 2019). Alla vincitrice verrà stanziato un fondo di un milione di euro (esattamente come alle città elette precedentemente) per permettere lo sviluppo del progetto valido alla crescita socio culturale del centro scelto. In seguito alla diramazione della lista, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini si è espresso favorevolmente sui progetti finora sviluppati e sulla validità dell’iniziativa culturale: “Le esperienze finora realizzate, da quella in corso a Mantova fino alla prossima di Pistoia, dimostrano come il titolo di Capitale Italiana della Cultura sia in grado di mettere in moto un meccanismo di progettazione virtuosa e di promozione delle città, coinvolgendo tutte le realtà economiche e sociali dei territori e rafforzando il concetto di Italia museo diffuso”.

Di seguito la lista completa delle città candidate:

1 Alghero, provincia di Sassari, Sardegna
2. Aliano, provincia di Matera, Basilicata
3. Altamura, provincia di Bari, Puglia
4. Aquileia, provincia di Udine, Friuli Venezia Giulia
5. Candidatura congiunta Viterbo – Orvieto (Tr) – Chiusi (Si), Lazio/Umbria/Toscana
6. Caserta, Campania
7. Comacchio, provincia di Ferrara, Emilia Romagna
8. Cosenza, Calabria
9. Ercolano, provincia di Napoli, Campania
10. Iglesias, Sardegna
11. Montebelluna, provincia di Treviso, Veneto
12. La Spezia, Liguria
13. Ostuni, provincia di Brindisi, Puglia
14. Palermo, Sicilia
15. Piazza Armerina, provincia di Enna, Sicilia
16. Recanati, provincia di Macerata, Marche
17. Settimo Torinese, provincia di Torino, Piemonte
18. Spoleto, provincia di Perugia, Umbria
19. Trento, Trentino Alto Adige
20. Unione dei Comuni Elimo Ericini (Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice), provincia di Trapani, Sicilia
21. Vittorio Veneto, provincia di Treviso, Veneto