Terrorismo, ucciso leader ISIS in Afghanistan

hafizAveva giurato fedeltà al Califfato dopo una lunga militanza con i talebani. Hafiz Saeed Khan, leader ISIS in Afghanistan, sarebbe rimasto ucciso in seguito ad un attacco messo a segno da un drone statunitense.

Il velivolo senza pilota avrebbe compiuto l’incursione lo scorso 26 luglio nella regione del Nangarahr, uccidendo Saeed Khan.

”Possiamo confermare che Hafiz Saeed Khan è stato ucciso il 26 luglio nel distretto di Achin nella provincia di Nangarhar”, ha detto il portavoce del ministro della Difesa afghano Dawlat Waziri. La notizia era stata diffusa in precedenza dal portavoce del Pentagono, Gordon Trowbridge.

Già a gennaio si era sparsa la voce dell’uccisione del leader, ma la notizia si era rivelata infondata. Stavolta il ‘blitz’ è andato a segno: per gli USA è senza dubbio un risultato soddisfacente, anche se lo Stato Islamico si è dimostrato più volte rapido e capace nel rimpiazzare i suoi vertici una volta che gli stessi vengono eliminati.

Intanto lo Stato Islamico, che continua la sua ritirata dopo aver registrato numerose sconfitte negli ultimi tempi, starebbe cercando un accordo con i gruppi di talebani dissidenti della zona. Anche per questo, gli Stati Uniti stanno intensificando gli attacchi per impedire che l’ISIS possa riorganizzarsi: le missioni sono affidate principalmente ai droni ma anche alle forze armate speciali.