Svizzera, terrore sul treno: uomo dà fuoco al vagone, sei feriti

svizzeratrenoHa dato fuoco al vagone del treno che transitava nei pressi di San Gallo. Un uomo svizzero, di 27 anni, ha appiccato l’incendio con l’aiuto di un liquido infiammabile. Le fiamme si sono immediatamente propagate all’interno del vagone, ferendo sei persone e lo stesso assalitore.

I feriti – alcuni sono gravi – sono un bambino di 6 anni, un ragazzo di 17, un uomo di 50, e tre donne di 17, 34 e 43 anni. Tutti loro hanno riportato ferite da ustioni, alcuni anche da arma da taglio. 

Come ricostruito dagli investigatori, l’uomo “ha versato un liquido infiammabile ed era anche armato con un coltello, il liquido ha preso fuoco”.

L’episodio ricorda molto l’assalto avvenuto sul treno tedesco a Wuerzburg, quando il profugo afghano 17enne, Riaz Khan Ahmadzai, ferì 5 persone con un’ascia prima di essere ucciso dalle forze dell’ordine. Tuttavia, secondo la polizia svizzera, stavolta non si tratterebbe affatto di terrorismo: gli inquirenti tenderebbero ad evidenziare un disagio personale del 27enne, dovuto con tutta probabilità a questioni sentimentali. Una motivazione che comunque non tranquillizza la popolazione svizzera.

L’attentatore è stato preso in custodia dalla polizia svizzera. La procura di San Gallo ha aperto un’inchiesta penale. Sul luogo sono intervenuti svariati mezzi di soccorso: tre elicotteri, due medici e tre ambulanze. La linea ferroviaria è stata chiusa al traffico e sostituita da autobus.