Catania, un bambino di un anno e mezzo è stato sbranato dai suoi cani

1471361502734.jpg--Un tranquillo pomeriggio d’agosto si è trasformato in tragedia per una famiglia siciliana: nei pressi di Mascalucia, in una villetta alle falde dell’Etna, una madre di 34 anni stava preparando la cena per la famiglia, nel frattempo il figlio di un anno e mezzo stava giocando nella piscinetta gonfiabile in giardino in compagnia dei cani di famiglia ( due dogo argentini di 3 e 8 anni), poi all’improvviso le urla della vicina hanno attirato la donna fuori di casa e l’hanno messa davanti alla scena a cui nessuna madre vorrebbe assistere, il figlio dilaniato dai due cani in una pozza del suo stesso sangue.

La donna presa dal panico è corsa in aiuto del piccolo e si è ferita a sua volta per divincolare il bambino dalla morsa dei due molossoidi. Ricoperta di sangue e con il piccolo gravemente ferito tra le braccia, la donna ha chiesto l’aiuto dei vicini che subito hanno chiamato i soccorsi. L’elisoccorso è arrivato il prima possibile ed ha trasportato la madre ed il piccolo all’ospedale Cannizzaro, ciò nonostante i medici hanno potuto solo constatare il decesso del bambino.

Intanto la procura di Catania ha aperto un procedimento ai danni della madre per omicidio colposo, sembra si tratti di una procedura standard per avviare l’autopsia sul corpo del bambino ed escludere un comportamento negligente da parte della stessa donna.