Morsa da un serpente continua a cantare, muore poco dopo

cobraMorire per non interrompere il proprio spettacolo! Sembra la trama di un film, invece è la realtà! La notizia arriva dall’Indonesia dove i cantanti di Dangduf, un genere musicale popolare che a causa del suo successo crea forte competitività tra gli artisti, cercano di conquistare il pubblico con spettacoli originali. La 29enne Irma Bule per rendere la propria esibizione di canto e danza unica e indimenticabile utilizzava i serpenti, tra cui un cobra reale al quale erano state asportate le zanne per renderlo meno pericoloso, procedimento che però non ne annulla il morso letale.

L’artista non ha mai avuto problemi con i serpenti fino a quell’ultimo spettacolo dello scorso aprile quando, forse per essere stato inavvertitamente calpestato, il cobra l’ha morsa ad una coscia. Nonostante il dolore e il rischio la ragazza ha continuato il suo spettacolo rifiutando anche una pausa per farsi iniettare l’antidoto, con risultato fatale quando la giovane ha iniziato a vomitare ed ha avuto un attacco epilettico. quando finalmente lo spettacolo è stato interrotto e la sfortunata artista è stat portata in ospedale il veleno aveva fatto effetto e Irma Bule è morta…in nome di “the show must go on“.

Daniele Orlandi