Terremoto in Perù, decine tra morti e feriti e oltre mille case danneggiate

Terremoto PerùE’ stato un post ferragosto durissimo, quello vissuto dagli abitanti della provincia di Caylloma, in Perù (area che si trova al sud del Paese): un terremoto di 5.3 gradi di magnitudo ha colpita la zona, causando la morte di quattro oltre al ferimento di decine di persone, tra abitanti del luogo e turisti (tra le vittime, un turista americano travolto dalle macerie dell’albergo dove alloggiava, crollato in seguito al sisma).

Secondo quanto riferito da Rómulo Tinta, presidente della provincia di Caylloma, sono state oltre mille le case danneggiate dal sisma. Proprio Tinta ha inoltre assicurato che il governo centrale darà sostegno alle persone che hanno subito danni in seguito al terremoto.

I collegamenti via terra con le zone più vicine stanno via via essendo ripristinati, grazie all’incessante lavoro dei soccorritori.

Ad ogni modo, bisogna ricordare come non si tratti di una novità per gli abitanti della provincia di Caylloma vivere queste emergenze: negli ultimi due secoli l’area è stata colpita da altri sismi di importante intensità e, in previsione di possibili nuovi terremoti di assestamento, le attività scolastiche ed educative sono state sospese per proteggere l’incolumità dei giovani.