Turchia, bomba ad un matrimonio: sono 30 le vittime, pista del terrorismo

Ancora violenza in Turchia: una bomba è esplosa nella città di Gaziantep, a poca distanza dal confine siriano, nel corso di un ricevimento di matrimonio. L’ordigno esploso si trovava nella sala dove era in corso un ricevimento di matrimonio: i morti a causa dell’esplosione sono stati 30, almeno 94 i feriti. La sala dove si stava festeggiando il matrimonio era gremita di persone, per cui il bilancio già tragico sembra destinato a salire di ora in ora. L’esplosione dell’ordigno è stata così forte che è stata udita fin dall’altro capo della città, che conta un milione e mezzo di abitanti.

matrimonioI politici locali hanno parlato subito di terrorismo, fra cui anche Simsek, viceministro: “E’ un attacco barbarico, tutti i gruppi terroristici, il Pkk, l’Isis e il movimento di Gulem, stanno prendendo di mira la Turchia”. Il governatore della città di Gaziantep, contattato dalla Cnn Turk, ha sostenuto che è stato un attacco terroristico.

Erdogan, presidente della nazione, ha sostenuto che “i terroristi che non possono sopraffare la Turchia e cercare di provocare il popolo puntando sulla sensibilità etnica e settaria, non prevarranno”. “Non c’è differenza tra il Pkk, l’organizzazione terroristica di Gulen e l’attacco terroristico potenzialmente dell’Isis a Gaziantep” ha quindi aggiunto il presidente turco.

Mariagrazia Roversi