Prince, di nuovo mistero sulla morte, trovati farmaci contraffatti nella sua casa

Le persone famose non riescono a trovare pace neppure dopo la morte. Come Prince, il cantante trovato morto nella propria abitazione, e sulla cui morte misteriosa si potrebbe riaprire uno spiraglio. L’autopsia aveva poi determinato che il re del Pop era morto a causa di un’overdose giudicata accidentale di fentanyl, oppioide sintetico, ritrovato effettivamente nella sua abitazione di Paisley Park. Questa sostanza è stata responsabile di molte morti per overdose nel mondo.

princeIl dubbio è che il cantante abbia ingerito fentanyl inserito in compresse contraffate e che ignorasse gli effetti potenzialmente letali della sostanza. Nella sua casa sono state trovate circa venti pastiglie in una bottiglia di Aleve, farmaco antinfiammatorio, che riportavano l’etichetta di Watson 385, le pillole che contengono paracetamolo e idrocodone. In realtà almeno una di esse conteneva fentanyl.

In un flacone di vitamina C si trovavano almeno sessanta pastiglie contraffatte con la U-4770, una droga sintetica quasi otto volte più potente della morfina, e fentanyl, oltre che lidocaina. Altre pastiglie invece contenevano un oppiaceo. I livelli di fentanyl secondo gli esperti erano sufficienti per causare la morte di una persona. Si riapre così il giallo sulla morte di uno dei cantanti più amati degli ultimi decenni.

Mariagrazia Roversi