Germania, niente niqab per una studentessa: il Tribunale respinge il ricorso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:51

Niente niqab, il velo islamico che lascia vedere solo gli occhi, per una studentessa tedesca di fede musulmana. La giovane aveva espressamente richiesto di poter seguire le lezioni di una scuola serale indossando il suddetto velo, ma il tribunale amministrativo tedesco di Osnaebruck ha respinto il suo ricorso. A riferirlo è l’agenzia Dpa, che cita fonti ufficiali del Tribunale teutonico.

All’udienza la giovane studentessa, 18 anni e originaria di uno Stato della ex Jugoslavia, non si è presentata.

La Germania, quindi, prende nettamente posizione contro i veli islamici che coprono interamente il viso, lasciando intravedere solo gli occhi. La decisione del tribunale amministrativo di Osnaebruck segue la forte critica sollevata dalla cancelliera Angela Merkel, che ha parlato di burqa come “ostacolo all’integrazione”, e la scelta di molti comuni francesi di vietare il burqini, il costume da bagno per le donne islamiche che copre l’intero corpo. L’abito è stato criticato anche dal premier francese, Manuel Valls, che ha parlato di veste “incompatibile con i valori della Francia e della Repubblica”.

La Germania si starebbe orientando verso un divieto ‘soft’. L’uso del velo integrale, infatti, verrà vietato dove è necessario mostrare il proprio volto: scuole, asili, università, negli uffici pubblici, durante le manifestazioni pubbliche, se si ricopre una carica pubblica, di giudice, di insegnante, di poliziotto.