Terremoto, i morti sono almeno 120, un centinaio i dispersi: 368 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:15

Si continua a scavare nei comuni di Amatrice, Accumoli ed Arquata del Tronto, messi in ginocchio da un violento terremoto avvenuto questa notte. Drammatico il bilancio delle vittime, che è stato stilato provvisoriamente stasera: almeno 120 morti, 368 feriti, sono un centinaio le persone disperse.
Si tratta appunto di un bilancio solo provvisorio perché sotto le macerie volontari e soccorritori continuano a scavare ininterrottamente, alla disperata ricerca di feriti e persone scampate al crollo.

mortiMa ogni ora che passa, la speranza si affievolisce sempre di più. Sono 200 le scosse registrate fino a questo momento, la più violenta delle quali avvenuta alla 3:36, di magnitudo 6.0. “Domani in Cdm prenderemo i primi provvedimenti insieme alla protezione civile e al ministro Graziano Delrio. I provvedimenti saranno immediati già nella giornata di domani” ha detto Matteo Renzi, che ha sostenuto che è stato dichiarato lo stato d’emergenza.

“Quello che è accaduto è un evento di impatto enorme. Al momento ci sono 120 vite spezzate e 368 feriti. Ed è un bilancio non definitivo” continua il premier. Gli stati di tutta Europa ed anche gli Usa si sono dichiarati disposti ad aiutare gli italiani ed hanno espresso il loro cordoglio per i morti del terremoto. Obama ha contattato telefonicamente il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, per esprimere cordoglio e aiuto.

Mariagrazia Roversi 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!