Colombia, storico accordo di pace tra governo e guerriglieri delle FARC

colombiafarcUn accordo che sa di storico, quello siglato tra il governo colombiano e un gruppo di guerriglieri delle Farc (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia).

Governo e guerriglieri, in una nota congiunta, hanno infatti ufficialmente annunciato la conclusione positiva dei negoziati per un accordo definitivo di pace.

Dopo circa 52 anni di conflitto in Colombia, che ha provocato 220mila morti, i contatti sono stati avviati con una serie di negoziati fra le parti a novembre 2012. Stando agli accordi, le Farc rinunceranno alle armi e torneranno ad integrarsi nella società civile.

“Oggi posso dire, dal profondo del mio cuore, che ho realizzato il mandato che mi avete assegnato – ha dichiarato il presidente Juan Manuel Santos, rieletto nel 2014 con la promessa dell’accordo di pace – Colombiani, la decisione è nelle vostre mani. Mai prima d’ora i cittadini del nostro Paese hanno avuto a portata di mano la chiave per il loro futuro”.

Alle Farc viene concessa anche agibilità politica: fino al 2018 avranno una rappresentanza senza diritto di voto al Congresso. A partire da quella data potranno anche partecipare alle elezioni. “Abbiamo vinto la più bella di tutte le battaglie – ha commentato il negoziatore delle Farc, Ivan Marquez – La guerra con le armi è finita, ora inizia il dibattito delle idee“.