Kabul, aggiornamento attacco università USA: almeno 12 studenti morti, 35 i feriti

Sono almeno dodici gli studenti che hanno perso la vita nel corso dell’attacco a Kabul, perpetrato all’American University. Tutto è avvenuto ieri, verso la fine delle ore di lezione, alle sette di sera: si sono udite delle esplosioni e degli uomini armati hanno fatto ingresso nell’università. Decine di studenti sono rimasti intrappolati nelle aule in balia degli assassini. Il fotografo premio Pulitzer Massoud Husseini, che si è salvato, ha inviato un tweet una manciata di minuti dopo le esplosioni: “Siamo bloccati dentro. Esplosione e poi spari. Questo forse è il mio ultimo tweet”.

universitàAltri studenti hanno postato in rete degli scatti, mentre gli spari fischiavano sopra le loro teste. Il bilancio di 12 morti e 35 feriti è provvisorio. Molti degli studenti sono stati ricoverati all’ospedale Emergency. “Sono arrivate ora in pronto soccorso altre due studentesse, sono saltate dalla finestra per scappare all’assalto. La guerra è barricarsi con i banchi per cercare di sopravvivere” hanno detto i vertici dell’Ospedale.

L’esplosione che è stata udita è stata quella di un’autobomba, che ha aperto un varco attraverso il quale sono entrati uomini armati, alcuni dei quali con cinture esplosive. Durante la fuga molti sono morti. “Mentre correvo ho visto persone cadute con la faccia in giù. Sembrava gli avessero sparato alla schiena” ha dichiarato Husseini. A poco sono servite le guardie poste a controllo del campus per volere del presidente e con i finanziamenti USA. Nessun gruppo ha rivendicato l’attacco per ora.

Mariagrazia Roversi