Marocco, lite al circo: accoltellato proprietario del Circo Massimo, ucciso il figlio

Tragedia in Marocco, nella città di Kenitra, dove un 18enne italiano è stato accoltellato ed ucciso ed il padre invece è rimasto ferito.
Il padre del ragazzo ucciso, Massimiliano Lauciello, è famoso in patria ed all’estero per essere il proprietario del Circo Massimo. A ferire Lauciello e ad uccidere il figlio, secondo le prime informazioni, sarebbe stato un ex dipendente, che era stato licenziato: sono rimaste ferite nell’attacco anche altre tre persone, tutte e tre dipendenti portoghesi.

circoL’aggressore sarebbe anche lui italiano e avrebbe colpito per vendette dopo essere stato licenziato dal lavoro. L’accoltellamento e l’uccisione del figlio di Lauciello sarebbero avvenute proprio nel corso di un’animata discussione fra il proprietario del circo e l’uomo che aveva perso il lavoro. Secondo le prime informazioni l’assassino avrebbe chiamato la famiglia nel cuore della notte e quindi li avrebbe colpiti. La dinamica è al vaglio della polizia. 

Secondo la polizia, che ha esaminato la scena dell’aggressione, tutti i quattro feriti sarebbero in condizioni gravi. Il figlio di Lauciello, Alessandro, sarebbe morto sul colpo. All’ospedale anche Massimiliano sta lottando per la vita. Tutte le informazioni circa l’omicidio sono state riferite dalla polizia marocchina. Ora la polizia è alla ricerca dell’omicida, che subito dopo l’attacco si è messo in fuga facendo perdere le proprie tracce.

Mariagrazia Roversi