Terremoto, è un’ecatombe: almeno 247 i morti, più di 400 feriti, migliaia di sfollati

Il terribile terremoto che ieri notte ha distrutto tre paesi del Centro Italia ha causato un prezzo, in termini di vite umane, davvero elevato. Sono saliti a 247 i morti accertati secondo il bilancio ufficiale: 190 dei quali nel territorio reatino e 57 invece in quello Ascolano. I dati sono stati diffusi dalla Protezione Civile. Durante la notte si è continuato a scavare tra le macerie. I feriti, secondo le stime, sono almeno 400.

bilancioGli sfollati sono migliaia, ad Amatrice non una sola casa, neppure quelle rimaste in piedi, sono agibili e quindi nessuno ha potuto rientrarvi per la notte. Durante questa notte sono state allestite delle tendopoli, mentre molte persone hanno preferito dormire nelle loro auto. La temperatura, fortunatamente, è stata abbastanza accettabile. I volontari e la Protezione Civile hanno portato cibo e coperte per gli sfollati.

Purtroppo ieri sera i dispersi erano oltre cento e stamattina il bilancio dei morti continua ad aumentare. “Il numero dei morti continua a crescere e ad Amatrice siamo già a oltre 200” ha detto il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. La terra non smette di tremare: la condizione sismica “continua ad essere di forte attività, con molte repliche che si susseguono nell’area” ha spiegato il responsabile dell’INGV Struttura Terremoti, Daniela Pantosti. Ci sono state, al momento, almeno 250 scosse.

Mariagrazia Roversi