Bolivia, minatori in rivolta uccidono viceministro Rodolfo Illanes

rodolfoillanesSfocia nel sangue la rivolta dei minatori boliviani. Il viceministro degli Interni, Rodolfo Illanes, 58 anni, è stato assassinato ieri dopo essere stato sequestrato e picchiato.

Illanes era stato inviato nella provincia di Panduro per aprire un dialogo con i minatori, in sciopero contro la riforma delle organizzazioni sindacali promossa dal governo boliviano.

“Il vice ministro Illanes è stato ucciso in maniera vigliacca e brutale – ha dichiarato Carlos Romero, ministro boliviano degli interni – il nostro profondo dolore va ad unirsi allo sconforto dei familiari”. Il cadavere di Illanes è stato ritrovato da un giornalista, impegnato a seguire le trattative tra gli scioperanti e il governo.

“Ci siamo diretti nel luogo dove sapevamo che i minatori stavano trattenendo il viceministro – ha raccontato il giornalista a Radio Erbol Flores – e abbiamo trovato il corpo di Illanes senza vita. Noi siamo molto spaventati. Dall’inizio delle proteste sono stati uccisi alcuni minatori. Adesso la situazione è decisamente precipitata”.

L’omicidio di Illanes dovrebbe essere avvenuto tra le 17:30 e le 18, come riferito dal medico legale. Solo un paio d’ore prima il viceministro aveva dichiarato in radio di “essere protetto da 100 compagni”. “Il governo non lascerà impuniti i criminali colpevoli”, ha commentato tra le lacrime il ministro della Difesa, Reymi Ferreira.