Terremoto, Bruce Springsteen canta “My City of Ruins” in omaggio all’Italia ferita

mycityofruinsIl devastante terremoto che ha colpito l’Italia centrale nella notte tra martedì 23 e mercoledì 24 agosto è finito sulle prime pagine di tutto il mondo. La scossa sismica delle 3:36, di magnitudo 6.0, ha provocato 290 morti, centinaia di feriti e circa 3000 sfollati, oltre alla totale distruzione di splendidi borghi come Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.

La solidarietà è stata tempestiva e massiccia da ogni angolo d’Italia, e non solo. In molte città del mondo si è scelto di omaggiare il nostro paese ferito, con illuminazioni tricolori che hanno decorato i monumenti principali.

Anche molti personaggi famosi e star del cinema e della musica hanno voluto esprimere tutta la loro solidarietà nei confronti delle popolazioni gravemente colpite dalla furia del sisma. Tra questi, il celebre cantante statunitense Bruce Springsteen. Il “Boss”, lo scorso 25 agosto, ha tenuto uno dei suoi live al Metlife Stadium di East Rutherford in New Jersey, non lontano da New York. Un ragazzo italiano, Giovanni Cozzani, ha assistito al concerto insieme alla sua ragazza tenendo in mano un cartello per chiedere a Springsteen di eseguire “My city of ruins” in omaggio alle vittime del terremoto.

Springsteen si è avvicinato ai fan per raccogliere alcuni cartelli e rispondere alle loro richieste, quando ad un certo punto ha notato il cartello di Giovanni e ha cantato il brano, dedicandolo all’Italia e alle popolazioni colpite dal sisma.