Allarme terremoto: secondo INGV in Italia sono attesi terremoti 30 volte superiori a quello di Amatrice

INgvIl terrificante terremoto che ha raso al suolo Amatrice ed Accomuli non è nulla in confronto a quelli che si prospettano in un prossimo futuro sul nostro territorio. Ad affermarlo è un esponente dell‘Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, a quanto pare da tempo i movimenti tellurici indicano che prima o poi si presenterà un terremoto 30 volte superiore a quelli che hanno scosso l’Italia in questi anni, non è ancora chiaro quando ma di certo avverranno, questa è la previsione del Geologo Antonio Piersanti: “I terremoti degli ultimi anni hanno portato in sé delle grandi tragedie, con un elevato numero di vittime, ma purtroppo la Terra ci sta dando degli avvertimenti,  perché in Italia avverranno dei terremoti più forti di questo. Abbiamo la certezza che arriveranno a magnitudo 7, che equivale a un fattore + 30 di energia liberata rispetto a una magnitudo 6.0 come quello di Amatrice”.

L’avvertimento è lo stesso che viene dato da parecchi anni, non è una novità infatti che l’Italia sia un paese a forte rischio sismico ed a volte ci si dimentica di tragedie immani come quelle che hanno distrutto Messina nel 1908 o l’Irpinia nel 1980. L’unico modo per essere preparati ad una tale evenienza è quella di rafforzare gli edifici perché siano pronti a reggere l’urto di un sisma di tale portata, ma per questo c’è bisogno di un grande lavoro di ristrutturazione sullo stile del Giappone, un obbiettivo difficile da raggiungere in breve tempo ma che deve rappresentare una delle massime priorità del governo.