Foggia, omicidio per un parcheggio: arrestato il presunto assassino

Si sono attaccati per un parcheggio, è iniziata una furiosa lite al quale è seguito un accoltellamento, e a rimanere a terra è stato il 34enne Pompeo Piserchia. Una tragedia scaturita da motivi davvero futili quella che si è consumata ieri a Foggia, in Puglia. L’omicidio sarebbe avvenuto ieri in serata verso le 20:30, in via San Giovannni Bosco. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Alberto Donato Riccio e Pompeo Piserchia si sarebbero affrontati a causa di un parcheggio.

foggiaLa lite è avvenuta a poca distanza dall’abitazione dove la vittima viveva. Ad un certo punto la situazione ha iniziato a scaldarsi, e quindi il 32enne ha estratto un coltello, pugnalando all’addome e al petto per due volte Piserchia. La vittima è stata soccorsa velocemente, ma purtroppo per lui nulla da fare: è morto in ospedale dove era stato trasportato per la gravità delle ferite riportate. La polizia ha rintracciato velocemente l’aggressore nonché presunto assassino, Riccio.

L’uomo è stato fermato nella sua casa, dove si trovava con un taglio alla mano. I carabinieri l’hanno portato in questura dove l’uomo s’è avvalso della facoltà di non rispondere. I carabinieri continuano le loro indagini per ricostruire con certezza i fatti ma finora Riccio è l’unico indagato per l’omicidio  di Piserchia.

Mariagrazia Roversi