Terremoto, la promessa di Papa Bergoglio: “Verrò presto”

bergogliosisma“Cari fratelli e sorelle, appena possibile anche io spero di venire a trovarvi, per portarvi di persona il conforto della fede e il sostegno della speranza cristiana”. Lo ha detto Papa Francesco, rivolgendosi alle popolazioni colpite dal gravissimo terremoto che ha interessato il Centro Italia e precisamente la zona compresa tra i comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.

Il Pontefice, durante l’Angelus celebrato come ogni domenica in piazza San Pietro, ha voluto rinnovare la sua ‘vicinanza spirituale’ agli abitanti del Lazio, delle Marche e dell’Umbria, duramente colpiti nella notte tra martedì e mercoledì dal violento sisma di magnitudo 6.0.

“Penso in particolare alla gente di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto, Norcia – ha sottolineato Bergoglio – Ancora una volta dico a quelle care popolazioni che la Chiesa condivide la loro sofferenza e le loro preoccupazioni, preghiamo per i defunti e per i superstiti. La sollecitudine con cui Autorità, forze dell’ordine, protezione civile e volontari stanno operando, dimostra quanto sia importante la solidarietà per superare prove così dolorose”.

TERREMOTO: IL COMMISSARIO ALLA RICOSTRUZIONE E’ VASCO ERRANI

Matteo Renzi ha scelto: il commissario alla ricostruzione dei paesi gravemente colpiti dal terremoto è l’ex Governatore dell’Emilia Romagna, Vasco Errani, già commissario in occasione del terremoto dell’Emilia Romagna del 2012. L’obiettivo è chiaro: far rinascere in sicurezza i centri storici colpiti, salvaguardandone l’impostazione urbanistica originaria.