Germania, l’avanzata dell’estrema destra preoccupa la Merkel

fraukepetry“I tedeschi presenteranno il conto alla Merkel”. Sono le parole della leader della destra populista, Frauke Petry, ad infiammare la campagna elettorale ad una settimana dal voto in Meclemburgo-Polerania, uno dei sedici ‘lander’ della Germania.

La leader dell’Alternative fuer Deutschland (Afd) lancia il guanto di sfida alla cancelliera: i sondaggi danno il partito di estrema destra favorito per la vittoria nella regione confinante a nord con il Mar Baltico. Una possibile affermazione che causerebbe non pochi grattacapi ad Angela Merkel.

La scorsa primavera abbiamo preso il 25 per cento in Sassonia-Anhalt – ha detto la Petry in un’intervista su “Repubblica” – Se ottenessimo un risultato simile in Meclemburgo- Pomerania, non ci meraviglieremmo affatto. Se dovessimo diventare il primo partito, posso dirle sin d’ora – e non solo perché tutti gli altri partiti hanno già dichiarato che si rifiuteranno di fare un governo con noi – che rimarremo all’opposizione. Crediamo che sia giusto così, per ora. Siamo un partito giovane”.

La Petry attacca la Merkel in particolare sulle questioni relative al velo islamico e ai migranti. “Nel Corano non c’è scritto da nessuna parte che la donna debba andare in giro totalmente velata – afferma la Petry – Troviamo del tutto fuori luogo che si arrivi a dire che il velo sia un simbolo della libertà religiosa delle donne. Perciò nei prossimi giorni presenteremo in tutti i Land in cui siamo presenti un bando totale del burqa”.