Los Angeles, terrore in aeroporto, ma era falso allarme: nessun uomo armato

Tanta paura ma era fortunatamente un falso allarme quello scattato ieri sera all’aeroporto di Los Angeles. L’aeroporto internazionale della città di Los Angeles è stato infatti evacuato lunedì all’alba, le nove di sera ora locale. La causa dell’improvvisa evacuazione è stata un allarme terrorismo, fortunatamente falso. Si era creduto che un uomo avesse iniziato a sparare all’interno dello scalo, dopo che erano stati uditi alcuni scoppi e forti rumori. Le persone si sono date alla fuga, terrorizzate, liberando velocemente lo scalo.

laxIn seguito all’evacuazione, però, le autorità hanno fatto sapere che si era semplicemente trattato di un falso allarme: nessuna persona armata era entrata nella struttura e non vi era alcun allarme per attentati, semplicemente vi erano stati alcuni “forti rumori” che erano stati scambiati per spari. Intanto però, in conseguenza all’evacuazione, le zone di arrivo e partenza erano state temporaneamente chiuse.

La conseguenza di tutto questo è che i passeggeri, prima di rientrare nelle zone di partenza, dovranno essere sottoposti nuovamente alle procedure di controllo e di sicurezza. Nel frattempo, alcuni agenti stanno perlustrando la zona dell’aeroporto muniti di cani che fiutano esplosivi allo scopo di controllare bene la zona del falso allarme. Sull’account Twitter della polizia si legge: “Tutte le precauzioni sono state adottate per garantire la sicurezza del pubblico“.

Mariagrazia Roversi