Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Adnani, è giallo sulla morte: ucciso per una faida interna all’ISIS?

CONDIVIDI

aladnaniAbu Mohammed al Adnani potrebbe essere stato ucciso per una faida interna allo Stato Islamico. E’ questa l’ultima indiscrezione riguardante l’eliminazione del braccio destro di Al Baghdadi. Dapprima si pensava potesse essere stato assassinato da un raid messo a segno dagli Stati Uniti; poi i sospetti sono ricaduti sui russi; infine, questa è l’ultima voce, pare che Adnani sia stato ucciso da Abu Luqman al Hawikh, un ribelle che sta tentando di scalare posizioni di potere all’interno del Califfato.

L’indiscrezione è stata diffusa da Charles Lister, un esperto che sta seguendo il conflitto in Libia: tuttavia, lo stesso Lister dice di prenderla con le molle, in quanto potrebbe essere anche un tentativo da fuori di creare frizioni all’interno dell’ISIS.

Intanto, l’uccisione di al Adnani è diventata motivo di litigio tra Russia e USA. Entrambi gli Stati rivendicano l’assassinio del braccio destro del Califfo: gli Stati Uniti hanno annunciato che un loro drone aveva colpito un veicolo a bordo del quale si trovava la mente degli attacchi terroristici; i russi sono comparsi mercoledì, affermando di aver eliminato Abu Mohammed al Adnani grazie ad un bombardamento messo a segno con un Sukhoi 24. La posizione russa è stata bollata da Washington come “una barzelletta”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram