Serial Street Shooter, il cecchino che terrorizza l’Arizona uccidendo senza perché

Lo chiamano Serial Street Shooter perché non esiste ancora un nome ufficiale per quest’uomo che da sei mesi tiene sotto tiro Phoenix, cittadina dell’Arizona, uccidendo senza un perché. Da diversi mesi l’uomo spara a caso alla gente per strada: gente comune, anche bambini. Il killer del quale non si conosce il nome colpisce senza un perché e senza una linea precisa, un modus operandi. L’uomo ha già ucciso sette volte: gli ultimi tre omicidi dono avvenuti il 12 giugno, sono state colpite due donne ed una bimba di 12 anni.

Serial Street ShooterSi trattava di Maleah Ellis, Stefanie Ellis e Angela Linner. Uccise di fronte a casa, due chilometri in linea d’aria dal luogo dove il 19 aprile venne uccisa la 55enne Krystal Annette Bianco. L’11 luglio si sono salvati dalla furia senza senso del folle un nonno ed il suo nipotino, grazie alla prontezza di riflessi dell’uomo che ha abbassato la testa del piccolo ed è partito a tutta velocità con la macchina sulla quale si trovavano.

Ma chi è il folle che spara alla gente senza alcun perché? L’identikit della polizia è già stato fatto: un giovane sui 26 anni, magro, alto, senza barba, origine ispanica e viso tenuto. L’assassino ha iniziato ad uccidere a marzo, predilige la sera. La macchina dell’assassino era una Bmw quattro porte, ma ce ne sono almeno 30mila sono in Arizona. Qualcuno l’ha visto anche su una Cadillac bianca: ma potrebbe trattarsi di un uomo che cambia auto facilmente, forse un meccanico. O forse no. Ma da mesi terrorizza un interno stato federale e ancora le autorità non sono riuscite a fermarlo.