Faraone: “Crocetta vuole ricandidarsi? Dovrà correre alle primarie”

davidefaraone“Crocetta vuole ricandidarsi? Dovrà correre alle primarie”. Non fa giri di parole il sottosegretario all’istruzione, Davide Faraone, in merito alle prossime elezioni regionali che decideranno chi andrà ad occupare la poltrona di Palazzo d’Orleans, sede della Presidenza della Regione siciliana dal 1947.

Per Faraone, le primarie sono uno strumento indispensabile e dovranno tenersi non soltanto nelle future elezioni regionali, ma anche in quelle per il rinnovo del consiglio comunale a Palermo. Faraone ha anche bocciato un’eventuale alleanza con Orlando o Ferrandelli per il Comune di Palermo: per il sottosegretario all’Istruzione, la strada da intraprendere è la stessa che ha portato nel 2013 alla costruzione della maggioranza del governo Renzi, ovvero l’intesa con il Nuovo Centrodestra.

Faraone, che ha espresso queste posizioni nel corso di un’intervista su “Repubblica”, si è soffermato anche sui temi riguardanti la Buona Scuola, sottolineando che “quando si fanno 180.000 assunzioni, è inevitabile che si verifichi qualche problema burocratico”.

“Da siciliano ho piena comprensione di questi problemi – ha detto Faraone – Per questo motivo abbiamo assunto provvedimenti che limitano i trasferimenti: entro questo mese sbloccheremo le risorse per il tempo pieno e ciò comporterà più posti per gli insegnanti. In Finanziaria troveremo i fondi per trasformare gli organici di fatto in organici di diritto”.