Falso allarme bomba di fronte a sede giornale XIX Secolo, era una valigia rubata

Era falso l’allarme bomba di fronte alla sede del quotidiano genovese “Il Secolo XIX”. Secondo le prime informazioni, tre persone incappucciate avrebbero lasciato un trolley di fronte all’ingresso e quindi sono fuggite. Immediatamente i carabinieri e gli artificieri che sono giunti sul posto hanno chiuso la piazza Piccapietra, al centro di Genova, per effettuare i dovuti controlli su quello che si sospetta poter essere tanto un ordigno tanto un falso allarme.

secoloIn questi minuti l’operazione è appena terminata. I tre soggetti che hanno lasciato il trolley di fronte al giornale sono stati catturati dalle telecamere di sicurezza. Inizialmente gli investigatori avevano ritenuto che potessero essere stati teppisti No Borders, come dimostrazione di solidarietà nei confronti dei quattro soggetti che sono stati denunciati.

Questi ultimi, anch’essi No Borders, fra cui un figlio di un dirigente Caritas, sono stati denunciati per aver scritto delle frasi infamanti nei confronti del poliziotto Diego Turra, morto di infarto a Ventimiglia il 6 agosto, nel corso di un servizio di ordine pubblico contro le violenze di no borders in manifestazione con degli stranieri. La polizia ha poi scoperto che la valigia era stata rubata da tre ladri ed abbandonata casualmente di fronte alla sede del quotidiano.

Mariagrazia Roversi