Milano, suicida primario accusato di abusi su minori: sul pc foto pedo-pornografiche

E’ morto suicida a Milano, gettandosi dal sesto piano nel cortile del palazzo dove viveva, il pediatra Alberto Flores D’Arcais, 61 anni. I carabinieri sono stati avvertiti alle 7:30 di questa mattina dai testimoni che hanno visto il corpo a terra. L’uomo, primario dell’Ospedale di Legnano, provincia di Milano, era stato accusato nelle settimane scorse di atti sessuali con minorenni.

Flores d'ArcaisSul computer dell’uomo “sono state recuperate 5000 immagini pedopornografiche abbastanza impressionanti. Il pc in questione aveva una porzione del disco rigido formattata. Sull’altro portatile l’utente aveva semplicemente cancellato le immagini e le aveva messe nel cestino senza svuotarlo: sono state trovate immagini pedopornografiche molto pesanti di bambine. Le foto sono state scaricate da siti a pagamento”. Lo ha sostenuto il procuratore capo di Busto Arsizio, Gianluigi Fontana, che si occupa dell’indagine.

Erano ben 18 i casi di denunce per atti sessuali con minorenni, partiti da una segnalazione di una pediatra, insospettita per le modalità di visita del primario. Le immagini trovate sono molto compromettenti. Come sostenuto dal procuratore, “Questo conferma pesantemente il quadro accusatorio che era già sostanzioso. Esprimo il mio rammarico per la morte di quello che comunque era uno stimato professionista al di là della vicenda”. Il pediatra si trovava ai domiciliari in attesa che i giudici sentissero le persone offese.