Agatha Christie, da una fan arriva il nuovo libro con Poirot

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09
David Suchet è Hercule Poirot, il detective belga nato dalla penna di Agatha Christie
David Suchet è Hercule Poirot, il detective belga nato dalla penna di Agatha Christie

Agatha Christie, si sa, è considerata in tutto il mondo la regina del giallo classico o ‘giallo a enigma’.  Celeberrima autrice di mystery, come celebri sono le sue creature (soprattutto il detective belga Hercule Poirot e l’anziana zitella Miss Jane Marple), Dame Agatha neppure a quarant’anni dalla morte rinuncia a  regalare nuovi brividi e misteri ai suoi lettori. E lo fa per mano di una sua grande appassionata, Sophie Hannah, che dal 2014 firma una nuova serie di romanzi con protagonista Hercule Poirot, l’investigatore dalla testa a uovo piena di ‘piccole celluline grigie’. A rivelare in anteprima dettagli e curiosità sul nuovo romanzo è il sito ufficiale AgathaChristie.com

“Cold Casket”, il nuovo romanzo con Hercule Poirot

Il nuovo libro si intitolerà “Cold Casket” e uscirà in cartaceo ed ebook per i tipi di HarperCollins il 6 Settembre in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America, ma è già in prevendita su Amazon e nei principali store che trattano libri in lingua straniera. E’ il secondo volume del fortunatissimo revival delle avventure di Hercule Poirot, iniziato nel 2014 con “The Monogram Murders” (in italiano “Tre stanze per un delitto – Il ritorno di Hercule Poirot”), sempre firmato da Sophie Hannah ed edito da HarperCollins. Per l’adattamento italiano, invece, occorrerà attendere ancora qualche mese.

Nel nuovo romanzo, il detective belga Hercule Poirot viene invitato a un eccentrico ritrovo di famiglia – secondo il più puro stile di Agatha Christie – organizzato da Lady Athelinda Playford nella sua villa di Clonakilty. La nobildonna ha infatti deciso di cambiare il suo testamento, escludendo i due figli e lasciando la sua immensa fortuna a un malato terminale cui non resta che una settimana di vita.  Una decisione destinata a suscitare invidie e malumori, ma anche avvolta da molti interrogativi; perché Lady Playford ha voluto invitare al suo party anche un completo sconosciuto come Poirot e addirittura un detective di Scotland Yard? Fra i suoi ospiti si nasconde forse un possibile criminale? E, se sì, cosa spinge la donna a provocarlo in questo modo?

Quando le tensioni represse inevitabilmente esplodono in un evento delittuoso, spetta a Poirot e all’ispettore Edward Catchpool far luce sull’accaduto. Ma la vittima non è quella che tutti si aspettavano e anche lo stesso omicidio suscita numerose perplessità nel detective belga. Riuscirà Poirot a risolvere il caso anche stavolta e assicurare l’assassino alla giustizia? Per gli appassionati dei romanzi di Agatha Christie, la risposta forse è scontata. Ma non lo è mai la sfida senza tempo fra lettore e investigatore, per vedere chi sarà il primo a  svelare il mistero.  Che è anche il motivo per cui, a distanza di anni, continuiamo a leggere e ad amare i gialli classici.

Sophie Hannah, appassionata di Agatha Christie che firma i nuovi libri con protagonista Hercule Poirot
Sophie Hannah, appassionata di Agatha Christie che firma i nuovi libri con protagonista Hercule Poirot

Sophie Hannah; “Ecco perché amo tanto Agatha Christie”

Emula di Dame Agatha e autrice dei nuovi romanzi con protagonista Hercule Poirot, Sophie Hannah (classe 1971) è una scrittrice e poetessa britannica, già autrice di libri per bambini, sillogi poetiche e thriller da cui sono stati tratti degli adattamenti televisivi.

La sua passione per Agatha Christie nasce fin dall’adolescenza; a dodici anni legge il suo primo romanzo di Dame Agatha (“C’è un cadavere in biblioteca”, con protagonista Miss Marple) ed è subito conquistata dalla verve, dall’ingegno e dalla fantasia della grande autrice britannica. Tanto che, due anni dopo, l’allora quattordicenne Sophie è una fan sfegata di Agatha Christie di cui ha nel frattempo letto tutti i lavori.

Una passione che, a distanza di anni, la porta a calcare le orme della sua musa, riprendendo proprio il personaggio più celebre creato dalla penna di Agatha Christie; Hercule Poirot, l’ex funzionario di polizia belga, con i suoi baffetti perfettamente impomatati, la testa a uovo e le “piccole cellule grigie” che gli consentono ogni volta di smascherare i crimini più contorti e intricati. Lo stesso Poirot che Agatha Christie, stufa di lui e della sua popolarità, aveva fatto morire vecchio e invalido in “Sipario, l’ultima avventura di Poirot”, uscito nel 1975. Ma di cui il pubblico di lettori e appassionati della Christie non accenna a stancarsi, come dimostra il rinnovato interesse dell’editore HarperCollins per una serie di nuovi romanzi che riprendono i personaggi e le ambientazioni tanto care a Dame Agatha.

“Agatha fa parte del mio DNA letterario”, ha dichiarato Sophie Hannah in un’intervista per il sito ufficiale agathachristie.com. “Stilisticamente, nei miei romanzi sono una scrittrice molto diversa, ma lei è stata la mia più grande fonte d’ispirazione. […] Agatha ha creato il perfetto prototipo di quello che, secondo me, dev’essere un romanzo o un racconto mystery. All’inizio di ciascun libro, ci mostra una situazione che sembra impossibile […] per poi rivelare che l’impossibile non solo non è affatto tale, ma è anche l’unica maniera in cui si siano potuti svolgere i fatti. E’ una lezione che ho imparato da lei e che cerco di applicare anche ai miei libri.”

Sempre nel corso dell’intervista, parlando del personaggio di Poirot, l’autrice afferma;  “Leggere un romanzo con protagonista Hercule Poriot è sempre divertente […]. E’ saggio, romantico e ossessivo ma, al tempo stesso, devoto alla giustizia e molto sensibile. […] Ormai  Poirot è come un amico di lunga data. Sono perfino ordinata e maniacale come lui! […] Per me”, continua Sophie Hannah, “è una gioia scrivere di Poirot, perché […] è un personaggio che amo moltissimo, quindi mi sembra di aiutarlo a dimostrare ogni volta ai lettori quanto sia in gamba.”

Agatha Christie, la regina del crimine
Agatha Christie, la regina del crimine

Agatha Christie, la regina del crimine

Sessantasei romanzi, quattordici raccolte di racconti e poi ancora copioni teatrali, poesie, romanzi d’amore (firmati con lo pseudonimo di Mary Westmacott), un’autobiografia e un libro di memorie di viaggio; la produzione letteraria di Agatha Christie è variegata e riserva numerose sorprese.  Così come la vita della donna ancor prima che della scrittrice.

Nata nel 1890 a Torquay, sposata due volte (la prima con un pilota dell’aviazione britannica, Archibald Christie e da cui ebbe la figlia Rosalind, e la seconda con l’archeologo Max Mallowan, di tredici anni più giovane di lei), Agatha Mary Clarissa Miller – questo il suo nome da ragazza – nell’autobiografia “La mia vita” racconta un’esistenza fatta di viaggi, letture e piccoli inconvenienti, difficoltà economiche e piccole e grandi soddisfazioni, due guerre, un divorzio e un trionfo incontrastato come autrice di romanzi gialli di cui era lei stessa la prima a stupirsi.

La scrittrice amava definirsi “una fabbrica di salsicce” per la continua richiesta di nuovi gialli che puntualmente la sua penna regalava ai lettori, di ieri come di oggi. I suoi libri sono in assoluto i più venduti, dopo Shakespeare e la Bibbia. Eppure ancora ai giorni nostri una fitta schiera di critici rifiuta di riconoscere ai romanzi e ai racconti di questa autrice lo status – che le è meritatamente assegnato in Francia e in altri paesi francofoni – di “classici”; accusata dai più elitari di essere troppo commerciale e “pop”, Agatha Christie continua tuttavia a esercitare il fascino della sua intelligenza e astuzia sui lettori.

I francobolli della Royal Mail dedicati ad Agatha Christie
I francobolli della Royal Mail dedicati ad Agatha Christie

Tant’è vero che il suo nome è universalmente conosciuto come sinonimo di quello che si definisce “giallo all’inglese”. Ed è proprio l’Inghilterra, a cent’anni dall’uscita del primo romanzo con protagonista Poirot (“The Mysterious Affair at Styles”, in italiano “Poirot a Styles Court”), a ricordarla con una tiratura di francobolli celebrativi dedicati alla vita e all’opera di Dame Agatha, l’unica e incontrastata Regina del Crimine.

Cristina Pezzica