Morte di Eleonora, spunta un documento scioccante: “Fu condizionata dai genitori”

Abbiamo tutti sentito parlare della schioccante morte di Eleonora Bottaro, la ragazza padovana di 18 anni deceduta per leucemia dopo essersi fatta trasferire in Svizzera per sottoporsi a cure alternative, come vitamina C e cortisone. La giovane si è ammalata all’età di 17 anni, e da allora fino alla maggiore età ha sempre sostenuto assieme ai genitori la “scelta” di non sottoporsi a chemioterapia.

eleonoraMa un documento del Comitato Etico per la Pratica Clinica nell’Ospedale di Padova lascia presumere che la realtà dei fatti sia un’altra. Secondo tale documento Eleonora “appare immatura dal punto di vista psicologico e pesantemente condizionata dai genitori. Non sembra essere pienamente consapevole della gravità della patologia e dell’urgenza di intervenire con una terapia adeguata”.

Sempre dal documento del Comitato Etico si può leggere che “a partire dagli undici anni, Eleonora è stata condizionata dall’adesione della famiglia alle teorie di Hamer e ha poi vissuto il grave trauma della morte improvvisa del fratello” (avvenuta qualche anno prima a causa di un infarto, ndr). Ma la situazione andava ben oltre: nel dossier si legge che i genitori volevano che la figlia aderisse “allo stile di vita scelto dalla famiglia, basato sul rifiuto della tecnologia” in ogni sua parte. Il dossier è stato inviato al Tribunale dei Minori.

Mariagrazia Roversi