Ennesima bufala sulla morte di Piero Angela, il conduttore: “Ancora?Che le posso dire? Smentisco”

piero-angela-bufala-giornalista-770x513Ci risiamo, ancora una volta si diffonde nel web la notizia della scomparsa del conduttore e ricercatore scientifico Piero Angela. I suoi fan si sono allarmati ma per fortuna in poco tempo la notizia è stata smentita, come detto sopra non si tratta della prima volta che circola una notizia del genere, qual’è il meccanismo che spinge i redattori di giornata a diffondere falsità sullo stato di salute del giornalista?

Tutto è cominciato con un articolo pubblicato il 22 marzo con il titolo “Addio Piero Angela, il pilastro di Super Quark ci lascia ad 87 anni“, anche in quel caso migliaia di fan si erano disperati per la scomparsa di una figura importante che ne aveva accompagnato la crescita (non si tratta del primo caso, ad esempio poco tempo prima era circolata la notizia della morte di Yuri Chechi), ma il giorno dopo alla tragica notizia sono apparsi diversi articoli di smentita che hanno tranquillizzato tutti gli estimatori del divulgatore scientifico più famoso in Italia.

Da quel momento in poi, quasi a cadenza mensile, la notizia della tragica scomparsa di Piero Angela è tornata a diffondersi nel web. Basta fare una ricerca su google con le parole chiave: ” Morto Piero Angela” per trovarsi di fronte ad una serie di articoli di smentita che portano date differenti tra loro (23 marzo, 6 maggio, 23 agosto solo per citarne alcune). C’è da pensare che l’aver visto un numero ingente di visualizzazioni al tempo della prima bufala abbia convinto alcune testate a sfruttare il meccanismo di “click baiting” per aumentare il numero di visualizzazioni giornaliere, cosa che svilisce il concetto stesso di giornalismo.

Data l’insistenza delle voci riguardanti lo stato di salute del famoso divulgatore scientifico, il giornale online ‘Adnkronos‘ le ha volute fugare una volta per tutte contattando Angela per informarlo dell’ennesima bufala, chiedergli quale fosse il suo stato di salute e se le voci si fondassero su qualche base reale. La reazione del conduttore è stata di sorpresa e di fastidio, ma ha provato a scherzarci sopra: “Ancora? Che le posso dire? Smentisco. Va bene che ho una certa età ma devo dire che mi sento benissimo, d’altronde queste cose allungano la vita“.