Corea del Nord: “USA ci riconoscano come potenza nucleare”. Seul: “Distruggeremo Pyongyang”

kimjongun“Gli USA ci riconoscano definitivamente come Stato nucleare”. Va di nuovo all’attacco la Corea del Nord, che esige il riconoscimento come Paese dotato di armi nucleari da parte degli Stati Uniti. A riferirlo è l’agenzia di Stato Kcna.

“Il presidente Obama sta tentando con tutte le sue forze di negare la posizione strategica della Repubblica popolare democratica di Corea come Paese legittimamente dotato di arma atomica – si legge in una nota del ministero degli Esteri della Corea del Nord – ma è un esercizio sciocco, come nascondere il sole con il palmo di una mano”.

La Corea del Nord negli ultimi dieci anni ha praticato 5 test atomici: l’ultimo è stato reso noto un paio di giorni fa. “Una risposta necessaria alla minaccia nucleare americana e alle sanzioni imposte sul Paese – spiega il governo nordcoreano – Continueremo a rafforzarci come nazione nucleare per difendere la nostra autentica pace, la nostra dignità e il diritto alla vita”.

Va ricordato che il quinto test atomico, ordinato dal leader nordcoreano Kim Jong-un, ricorre nel 68° anniversario dalla fondazione nazionale da parte di Kim Il-sung, nonno di Kim Jong-un. Il test nucleare avrebbe scatenato addirittura un terremoto artificiale di magnitudo 5.3, con epicentro diciotto chilometri a nord della località di Sengjibaegam, poco distante dalla base di Pungyye-ri, uno dei poligoni militari nordcoreani usati per i precedenti test atomici.

Intanto Seul risponde per le rime al comunicato della Corea del Nord: “Siamo pronti a ridurre Pyongyang in cenere. La cancelleremo, la faremo sparire dalle mappe”.