La storia della piccola Emilia: nata prematura (e di soli 226 grammi)

Il piedino della piccola EmiliaUn parto da record, avvenuto a sole 25 settimane dall’inizio della settimana: è quello che ha visto nascere nella cittadina tedesca di Witten la piccola Emilia Grabarczyk, nata della lunghezza di soli 22 centimetri e del peso di soli 226 grammi.

La foto del piedino della piccola (davvero minuscolo, se comparato alla mano dell’adulto) ha fatto il giro del web e la notizia è divenuta presto virale (dopo essere stata lanciata dal ‘Telegraph’).

Adesso Emilia – che ha compiuto 9 mesi – sta sempre meglio ed è arrivata a pesare più di 3 chili (un peso notevole se si pensa quanto fosse nata prematura).

Riportiamo di seguito le parole del dottor Bahman Gharavi della clinica St. Mary, riportate proprio dal ‘Telegraph’: “Anche i bambini con un peso alla nascita di 400 grammi raramente sopravvivono. Dobbiamo ringraziare Emilia per la sua stessa sopravvivenza. Lei è una combattente”. “Per i primi sei mesi non era chiaro se sarebbe sopravvissuta. Solo nelle ultime settimane è diventata sempre più forte”.

Dal canto suo, anche la madre della piccola ha raccontato le difficoltà legate al parto (che è avvenuto tramite cesareo. Una scelta obligata giacché Emilia sarebbe morta nel grembo, vi fosse rimasta, a causa dell’impossibilità di trarre nutrimento dalla placenta): “Ci sono stati molti giorni difficili e molte lacrime, ma lei chiaramente voleva sopravvivere”.