Home Tempi Postmoderni Tech & Web Come vendere la propria auto usata

Come vendere la propria auto usata

auto-usate-vendita

Il progresso tecnologico e informatico mondiale si evolve con estrema rapidità e le startup rappresentano un nuovo modo di fare business. L’implementazione tecnologica di un’idea vincente spesso migliora la vita quotidiana per gli di utenti di App, il cui utilizzo è sempre più frequente e comune.

Gli Stati Uniti sono un terreno fertile straordinario per le migliori startup

, in grado di arrivare a servire milioni di utenti e di moltiplicare il loro valore iniziale come naturale conseguenza del successo. I dati di alcune ricerche nell’universo globale delle startup evidenziano come, però, in Italia lo sviluppo di una nuova impresa tecnologica costi mediamente di meno rispetto agli USA, in ogni sua fase: sia in ambito di progettazione del prodotto, sia per quanto riguarda il marketing, la promozione e gli aspetti gestionali e amministrativi. Anche il mercato italiano è, per certi versi, meno concorrenziale, se paragonato con quello americano, dove i competitor sono un ostacolo in costante evoluzione, sia per qualità che per numero.
Probabile che uno soltanto o l’insieme dei fattori appena citati siano alla base di una ripresa che, dal 2014, ha interessato le startup italiane. L’Osservatorio Cerved su startup e imprenditoria in Italia fornisce cifre rassicuranti: l’aumento rispetto al precedente anno (+36%) del numero di giovani imprenditori nel 2014 autorizza a pensare che anche l’Italia stia tenendo il passo degli Stati Uniti in termini di sviluppo tecnologico, seppur con le dovute proporzioni.

Molte delle startup sono nate per facilitare (e rendere più conveniente) la vita degli utenti. Le idee hanno utilizzato il canale Internet e l’enorme potenziale del connubio si è tradotto in applicazioni e siti in grado di fornire servizi nei più svariati ambiti.

Nel settore della quotazioni auto usate, ad esempio, web e startup hanno determinato significativi cambiamenti in Italia e in Europa. Se fino a pochi anni fa le trattative erano tutte fondate su un contatto diretto e personale, oggi grazie alla innovativa ed affidabile startup Noicompriamoauto.it è possibile ricevere una quotazione precisa del proprio usato direttamente da Internet. La startup è promossa in Italia da WKDA Holding GmbH, azienda tedesca che domina il mercato delle auto usate in Germania e nel resto del Vecchio Continente. Una solida compagnia fondatrice rappresenta una ulteriore garanzia per quanti vogliono vendere la propria auto in rete a condizioni molto vantaggiose. L’intera operazione è rapida e si finalizza in soli tre step. Alla valutazione online gratuita segue un colloquio in una delle diverse filiali italiane di Noicompriamoauto, presenti nelle maggiori città. L’eventuale completamento della vendita, sulla base di un’offerta solitamente molto conveniente avanzata dagli agenti avviene rapidamente, con pagamenti sicuri e immediati via bonifico bancario. Quello di Noicompriamoauto.it è un chiaro esempio di come le startup italiane ed europee abbiano migliorato il business e l’accesso ai servizi per milioni di abitanti.
In questo ambito, BlaBlaCar, Carsh, Andale sono ulteriori App nate per offrire supporto al car sharing e contribuire in maniera significativa a spostamenti economici e meno inquinanti. Si auspica che questo non sia che l’inizio, per un futuro sempre più tecnologico a supporto di una mobilità sostenibile.