ISTAT, aumentano gli occupati. Renzi: “Visto? Jobs Act funziona”

renziUn aumento del numero di occupati rispetto al trimestre dell’anno scorso (+ 2,0%) è sufficiente per far esultare il Presidente del Consiglio, che sottolinea la bontà delle riforme messe in campo dal Governo. “Nel II trimestre 2016 più 189mila posti di lavoro. Da inizio nostro governo: più 585mila. Il Jobs Act funziona” ha twittato Matteo Renzi, commentando i dati emersi dall’indagine ISTAT sul mercato del lavoro.

Circa 439mila occupati in più, quindi, con un tasso di occupazione delle persone di 15-64 anni che sale al 57,7% (+1,4 punti). Come spiegato dall’istituto di statistica, l’aumento riguarderebbe i dipendenti, sia a tempo indeterminato sia a termine, e gli autonomi senza dipendenti.

E anche nel 2016 il trimestre preso in considerazione è caratterizzato dal segno “+” rispetto al trimestre precedente  (+0,8%, 189 mila), “con una dinamica positiva che, con diversa intensità, riguarda tutte le tipologie”, spiega l’Istat.

L’Istituto di Statistica rende noti anche i dettagli del dato in questione, specificando l’aumento dello 0,3%  per i dipendenti a tempo indeterminato, del 3,2% per quelli a termine e dell’1,2% per gli indipendenti.

Calano i disoccupati: attualmente siamo a 2 milioni 993 mila unità, ovvero 109mila in meno in un solo anno. 

I giovani che non studiano e non lavorano – i cosiddetti “Neet”, not in education, employment or training – sono anch’essi diminuiti di 252.000 unità.