Laura Boldrini guadagna 2 milioni di euro l’anno? Scopriamo se è vero

boldrini1Laura Boldrini, Presidente della Camera dei Deputati, è nuovamente al centro delle polemiche, questa volta a fare parlare della rappresentante di Sinistra Ecologia e Libertà è il suo faraonico budget di spesa che tra immunità parlamentare, spese di rimborso e spese per la scorta personale ammonterebbe a 2 milioni di euro l’anno, più di quanto percepisce la cancelliera tedesca Angela Merkel. Ma com’è possibile che il Presidente della Camera spenda una cifra così grande ogni anno? Il calcolo delle spese è stato riassunto da un articolo su un blog online di estrema destra, all’interno del quale vengono citate due fonti per dare veridicità alla notizia, due fonti però che fanno riferimento a due voci differenti e che contraddicono le presunte affermazioni contenute nell’articolo, ma andiamo a vedere nel dettaglio.

In primo luogo viene citato un articolo di ‘Panorama‘ dove viene fatto un resoconto degli stipendi dei parlamentari, il quale prevede le seguenti cifre per ciascun Presidente della Camera:

Esclusa l’indennità di fine mandato, le voci che compongono la busta paga della terza carica dello Stato sono:

indennità parlamentare: 5 mila euro al mese per 12 mensilità. Totale: 60mila euro.

diaria (il rimborso delle spese di soggiorno a Roma): 3.503,11 euro al mese per 12 mensilità. Totale: 42mila euro.

rimborso spese per l’esercizio del mandato: 3.690 euro al mese per 12 mensilità. Totale: 44.200 euro.

indennità d’ufficio: 4.223,83 euro al mese per 12 mensilità. Totale: 50.600 euro.

Siamo dunque intorno ai 16.400 euro al mese, 197 mila euro netti l’anno. Con un taglio del 30% il risparmio ammonterebbe a poco più di 59 mila euro in 12 mesi.

Qui ci troviamo di fronte a delle cifre certe che non costituiscono alcun tipo di anormalità, ma dai quasi 200.000 euro l’anno di stipendio come si arriva a colmare i restanti 1,8 milioni di euro? In questo caso l’articolo in questione cita ‘Il fatto Quotidiano‘, sostenendo che ci sia scritto che la Boldrini usufruisce di 27 uomini per la scorta della sua famiglia e che questi costano allo stato 1,2 milioni l’anno. Proprio qui troviamo la prima imprecisione, nella fonte citata si parla sì, della scorta 24  ore su 24 per lei e famiglia disposta dalla Boldirni dopo aver ricevuto una minaccia di morte (pare le sia stato recapitato un pacco con un bossolo), ma si parla solo di 12 uomini e sopratutto non ci sono delle cifre a riguardo, questo ci fa chiedere: dove avranno preso la cifra?.

L’ultima voce di spesa è quella legata al presunto ufficio stampa personale delegato alle comunicazioni sui social: stando all’articolo di condanna, la Boldrini spenderebbe per farsi curare l’immagine social 943 mila euro, cifra che in realtà è spesa per la comunicazione social di tutto il governo e non per le sue pagine personali come confermato dalla stessa fonte che viene indicata dal redattore. Insomma, si può avere un opinione sfavorevole riguardo l’operato della Boldrini ed è giusto manifestare il proprio dissenso, ma a cosa serve acuire le tensioni mettendo in giro voci false, o notizie manipolate?