Lochness: fotografo amatoriale dimostra l’esistenza di Nessie?

nessieIl lago di Lochness è una delle attrazioni turistiche di maggior peso in Scozia, milioni di turisti ogni anno viaggiano in direzione del maniero che svetta sul famoso lago con la segreta speranza di trovare le prove dell’esistenza del mostro del Lago (chiamato affettuosamente Nessie). Chiaramente, la maggior parte dei turisti se ben affascinata dalla storia di Nessie (leggenda nata negli anni trenta quando molti turisti affermarono di aver visto un enorme creatura nel lago) a livello conscio è consapevole della possibilità che si tratti di una leggenda narrata per attrarre visitatori eppure inconsciamente spera di poterla vedere e magari fotografare.

Alla stregua di tutti i turisti Ian Bemner, barista scozzese di 58 anni, si è avventurato nel weekend nei pressi di Lochness prima di raggiungere le Highlands per una battuta di caccia al cervo rosso. Arrivato nei pressi del lago si è fermato qualche istante per scattare una fotografia, nel caso Nessie avesse deciso di mostrarsi, ed ha poi ripreso la sua marcia per proseguire la pratica del suo hobby. Tornato a casa Bremner ha mostrato le foto alla famiglia e solo in quel momento si è reso conto che nella foto scattata al lago c’era qualcosa di strano: a pelo d’acqua si vende una lunga creatura argentea lunga almeno due metri con la testa immersa nell’acqua e la coda che emerge. Possibile che si tratti dell’unica testimonianza dell’esistenza di Nessie?